Sunday, March 26, 2017 3:35

Bambina di due anni picchiata dal padre disoccupato per oltre un’ora muore in ospedale

Tags inseriti:
Posted by on giovedì, ottobre 30, 2008, 14:31
Questa notizia e' stata inserita nella categoria cronaca ed ha 6 Commenti ancora.

30 ottobre – Ennesimo caso di violenza domestica in Giappone. A Sendai un giovane uomo di 26 anni è stato arrestato dalla polizia per aver inflitto violenze mortali a sua figlia di 2 anni. Tatsuhiko Yoshida, disoccupato, viene accusato di aver picchiato e colpito a morte la figlia Miona nella propria abitazione mercoledì sera. La bambina muore poi nelle prime ore di giovedì.

La polizia afferma che Yoshida ha ammesso le accuse. “Era disobbediente, ho semplicemente cercato di disciplinarla” afferma Yoshida cercando di spiegare la sua ira durante la cena.
Sua moglie, 28 enne, non è riuscita a fermare le violenze che si sono protratte per un’ora e mezza a partire dalle 19:30. Sembra non aver capito la serietà dei colpi inflitti sulla piccola. In Giappone le mogli spesso sono impotenti dinnanzi ai propri mariti e subiscono in silenzio. Neanche l’amore per la propria figlia è bastato per fare di più che non subire le ire, tra l’altro ingiustificate, del marito.
Ha trovato qualcosa che non andava nella piccola nel momento che la voleva mettere a letto. Portata all’ospedale, la bambina viene dichiarata morta verso le ore Una di mattina.
L’altra bambina della famiglia Yoshida di 4 anni si trovava a casa dei nonni.

GiapponeNews.com

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito o blog personale.

6 Risposte a “Bambina di due anni picchiata dal padre disoccupato per oltre un’ora muore in ospedale”

  1. Alessia
    2008.10.30 18:55

    Un disoccupato, un giovane che non riesce neanche a sfamare la sua famiglia che ha l’arroganza di arrabbiarsi con i suoi al punto di colpire sua figlia in questo modo!
    Uno che sicuramente nella società non vale nulla e si sfoga dentro le mura di casa.

    Mi dispiace che sua moglie, pure più grande di lui, non abbia avuto il coraggio di salvare sua figlia spaccandogli un piattoin testa. Brutto a dirsi, ma secondo me è colpevole in parte anche lei per la morte della poverina.
    Gran brutta storia comunque e non è la prima volta che leggo cose simili quest’anno.

  2. Luca
    2008.10.31 14:06

    Mia moglie è Giapponese e mi ha detto che le violenze domestiche sono abbastanza diffuse in Giappone… Ma io l’ho rassicurata perchè anche in Italia purtroppo si sente spesso di queste cose,non è un problema solo del Giappone. 😉 Tutto il mondo è paese. 😉

  3. Maruko
    2008.11.05 17:17

    infatti, tutto il mondo è paese… spesso però la cosa viene taciuta dalle stesse vittime e credo che tale fenomeno sia anche più radicato in Giappone dove il senso di vergogna è senpre all’agguato

  4. Doraemon
    2008.11.06 20:01

    Avevo sentito anch’io tempo addietro di come in Giappone si tacie di questo problema. Spero che le donne trovino la forza e il coraggio di far valere le loro ragioni e i loro diritti

  5. Mario Senzi
    2009.11.17 21:06

    E’ incredibile, in Italia c’è gente che sta disoccupata per mesi e questo tipo solo per un’ora di disoccupazione è andato in escandescenza picchiando una piccola.

  6. 2011.03.13 04:06

    mah,io ho avuto il prob opposto mia moglie(la prima)mi ha infilzato un pezzo di vetro in testa,e poi sono scappato da quella casa.
    la seconda moglie invece e un tesoro,non lo farebbe mai.
    ora sto tornando in giappone per il terremoto a salvare lei e la sua famiglia.
    la casa a chiba a asahi e mezza rotta, ma a tokyo ,tutto e ripreso come prima,lo tsunami ha colpito le coste e sedai e fukushima sono state colpite ,ma i terremoti hanno colpito anche la citta,ma con danni grandi ma non olocaustici.
    quindi….non siate troppo allarmati,di terremoti ne ho sentiti tanti in giappone che essendo li da 10 anni ogni mese 3 o 4 se ne avvertono.

Lascia un commento